L'arte è tutto ciò che nasce dal sogno, e plasmato dalle mani dell'uomo diventa realtà....

martedì 27 aprile 2010

Vino dell'Estate

La mia ricetta è segretissima!!!!
Ma potrete riuscire tranquillamente a crearne una vostra versione...
Ho letto per la prima volta del vino estivo in "Wicked Lovely - incantevole e pericoloso" il primo libro di una serie di (speriamo tanti) Melissa Marr,
è un vino dolce come il miele, che sa di estate, un nettare fatato al cui interno si rincorrono spirali dorate...


"..Aislinn ne bevve un sorso.
Era un'inebriante sbalorditiva mescolanza di sensazioni che di solito non si gustano sulle labbra:
raggi di sole in bottiglia e zucchero filato, pigri pomeriggi e tramonti ardenti,calde brezze e promesse pericolose.
Bevve il resto tutto d'un fiato...

...Aislinn prese un calice e lo fece roteare tra le dita.
Delicate volute si rincorrevano intorno a una coppia che danzava sotto sfavillanti raggi di sole.
Gorghi di colore presero a vorticare nella coppa come se vi scintillassero le luci cangianti dell'alba..."

Vi allego una foto ed un video, per farvi capire meglio le "spirali d'oro" come sono ^^,
questa volta però niente ricetta!!!
Vi basti sapere che è una specie di Sangria di mia personale invenzione, ottenuta lasciano in infusione nel vino bianco boccioli di rosa, canditi ed altre cosine....
Vi piace???


lunedì 26 aprile 2010

Scaloppine in salsa di mirtilli

La frutta con la carne ci sta bene, è risaputo, basti pensare all'arrosto di maiale alle mele, o con le prugne, anche nei primi ovvio, il mio ormai famosissimo nel condominio dove abito "risotto al melone", il riso integrale alle pere con fonduta di formaggio o il risotto alla mela verde,....
Ma vogliamo parlare del classico Tacchino arrosto con salsa di mirtilli tipico del Nord America?
Bhè, loro usano mirtilli rossi, io avevo solo molti mirtilli e non disponevo di un tacchino da fare arrosto, e quindi mi sono limitata a delle scaloppine in salsa....
La ricetta della salsa è semplice, e la si può usare su ogni tipo di carne, possibilmente arrosto, alla griglia o alla brace :
Per la salsa:
Mirtilli
sale
zuccheroSchiacciare i mirtilli con una forchetta.
Far cuocere i mirtilli a fuoco lento aggiungendo un'pò d'acqua sale e zucchero.
Dovrete ottenere una salsina agrodolce, che, una volta raffreddata passerete al setaccio.


Filetto di manzo marinato alla Coca Cola


Il discorso tra me ed un amico è andato più o meno così:

-cosa stai preparando?-
-una ricetta Americana che se ti dico cos'è probabilmente penserai che sia una schifezza...
Ma dal momento che la cucina Americana è fatta di cose intingolate ipercaloriche e strane per noi Italiani...
Sto facendo la carne con la Coca Cola...-


E detto così probabilmente sembra tutto meno che buona, ma vi garantisco che può creare dipendenza, e dopo averla provata la amerete come potete amare un hamburger, un hot dog o la salsa barbeque....


Per prima cosa procuratevi:

Carne rossa da cuocere alla brace
una cipolla bianca o rossa
1 carota
sale e pepe
ovviamente coca cola
olio extra vergine d'oliva

Come si fa?

Tagliate la carne e mettetela a marinare in un recipiente con Coca Cola e acqua (le proporzioni sono circa per 2 bicchieri di Cola 1 di acqua) la carota a tocchetti ,la cipolla una presa di sale ed una macinata di pepe nero.
Lasciate il tutto a riposo per almeno un ora, poi scolate la carne asciugandola bene: cuocetela sulla brace o alla griglia, conditela con il sale e l'olio.

Un consiglio?
Pomodori e cipolle saltate di contorno!!!
Pomodori freschi a spicchi e la cipolla che avete usato per marinare la carne, una volta tagliata sottile, si può saltare in padella con un filo d'olio e sale, OTTIMO CONTORNO!!!!

domenica 18 aprile 2010

Insalata di denti di leone


Ci sono tanti modi per chiamare quell'erbettina dalle foglie frastagliate tipo rucola che cresce nei nostri prati e giardini, i bellissimi fiori gialli sono ottimi colti quando sono ancora boccioli e messi sotto sale per farne dei capperi, le foglie, in primavera, solo quelle più tenere sono ottime per delle insalatone, un'pò amarognole si sposano alla perfezione con dei dolcissimi pomodori ciliegino.

1 cesto di insalata iceberg o lattuga
un mazzetto di foglie tenerissime di dente di leone
pomodorini ciliegini tagliati in 4
sale e olio
fiori per decorare

Salame di Tonno

Antipasto perfetto e veloce, ottimo accompagnato da maionese o salsa verde.

200 gr di tonno sott'olio ben sgocciolato
3 cucchiai di pangrattato
3 cucchiai di parmigiano
2 uova
un pizzico di noce moscata

Unite tutti gli ingredienti amalgamando bene,formate un salsicciotto che avvolgerete nella carta da cucina trasparente (pellicola per alimenti) chiudete bene le estremità con uno spago, e tuffatelo in acqua bollente per almeno 30 minuti.
Toglietelo dall'acqua, fatelo raffreddare, togliete la pellicola, e servite freddo o a temperatura ambiente.

Scaloppine al Marsala


Io amo questo piatto, preparazione velocissima, sughetto nel quale intingolare il pane, titolo quasi altisonante per una preparazione banale che si fa praticamente da se...

x 2 xsone:
2 scaloppine di vitella o manzo
farina
circa 20 gr di burro
sale

Infarinare le scaloppine, sciogliere il burro in padella e rosolarvi le fettine infarinate, sfumate con il marsala e portate a cottura, salate e servite!!!

Bocconcini di pollo ai porri e sale rosa dell'Himalaya


Il sale rosa dell'Himalaya è stato il primo della mia collezzione,si sposa alla perfezione con gli alimenti che hanno un retrogusto dolciastro, come il porro e la carne di pollo.

1 petto di pollo
1 porro
olio evo
sale rosa dell'himalaya
pepe nero da macinare

Quesata ricetta è velocissima, facilissima e di sicuro effetto.
Tagliate a dadini il petto di pollo, intanto in una padella fate rosolare il porro tagliato a rondelle, unitevi poi i bocconcini di pollo, sfumate con del vino bianco a piacere, condite con il sale rosa dell'himalaya, un abbondante spolverata di pepe nero appena macinato e portate a cottra.

Stracchino home made

Molti formaggi si possono fare in casa, ad esempio la ricotta, o il mascarpone, un cremosissimo formaggio allo yogurt, e perchè no, anche lo stracchino!!!
Nella foto potete vedere un crostino spalmato di stracchino e una forma molto piccola di quello che rimaneva....
Non è difficilie farlo a casa, il risultato poi è ottimo, devo però avvertirvi che dovete per forza avere tutto l'occorrente, e l'importante è il cestino da ricotta, quello in cui si mette la ricotta per capirci, senza quello, lo stracchino non perde in modo adeguato l'umidità in eccesso e si compromette il risultato, quindi, prima di iniziare, procuratevelo!!!!

2lt di latte intero,possibilmente fresco
100 ml di panna da cucina
50 gr di stracchino
2 cucchiaini di caglio liquido

Stemperate lo stracchino in 3 cucchiai di latte tiepido, nite il latte restante a temperatura di circa 37°, la panna, il caglio e mescolate bene.
Fate riposare il tutto in forno per 3 ore esatte a temperatura 30°/40°.
Raggiungerà una consistenza molto simile al budino, tagliate a cubetti grossi e fate riposare ancora un ora.
Trascorso il tempo raccogliete i cubetti con un mestolo forato, come se stesse scolando un fritto dalla padella con l'olio, metteteli in una fascella ( il cestino da ricotta) per una notte in frigo.
Il giorno seguente è pronto per essere mangiato, ma se lo volete ancor più buono, salatelo in superficie e fatelo riposare ancora una notte in frigo

Moules à la crème


Sole,sole,sole!!!
In questi giorni sento un bisogno ostinato si Sole ed aria pulita,
di silenzio assoluto, interrotto solo dal canto delle rondini...

Ah, come amo questa stagione,
e se non fosse interrotta da improvvisi e tumultuosi temporali la amerei ancor di più...

Per la terza volta mi sto rileggendo i miei libri preferiti,
ed è strano per me, perchè si, sono un fan indiscussa di tutto ciò che è una storia stampata e rilegata in una copertina rigida, ma non leggo mai un libro più di una volta, tuttavia,
credo che le eccezzioni a volte siano ben accette, e questi libri sanno di Estate,
di Sole, di Libertà, e creano dipendenza,
in attesa che Melissa Marr porti a termine il suo nuovo romanzo, vi riporto una ricetta tipica del nord della Francia:



Moules a la Crème

1 kg di cozze freschissime
20 gr di burro
mezza cipolla bianca
100 ml di panna acida
vino bianco
prezzemolo
timo
pepe nero appena macinato

Pulite le cozze, intanto fate rosolare la cipolla a pezzetti ed il prezzemolo in un tegame con il burro.
Unite poi le cozze, sfumate con il vino, unite tutti gli altri ingredienti tranne la panna.
Togliete le cozze, e nelsughetto rimasto mescolate la panna acida, fate ridurre a fuoco alto, riunite le cozze e servite in piatti grandi.
Abbondate pure!!!!

mercoledì 14 aprile 2010

Fagiano al prosciutto

Viste le belle giornate ho tralasciato un'pò il continuo aggiornamento del blog, per darmi a lunghe passeggiate nel parco con la mia piccola, ovviamente continuo a creare e combinare guai in cucina ^^
Vediamo un'pò cosa vi propongo oggi...
Direttamente dalla Scozia il mio Papy mi ha portato 3 fagiani e un'oca, ovviamente non potevo non proporvi qualche ricettina, e quindi eccomi qua, come al solito, a scribacchiare qualche nuova ricettina solo per voi.

Fagiano al prosciutto, in assoluto la mia ricetta preferita per cucinare un ottimo fagiano.

1Kg di fagiano pulito
4 carote grandi
1 cipolla rossa di tropea
1 cipolla bianca
abbondante olio d'oliva
150 gr di burro
vino bianco
150 gr di prosciutto crudo dolce

Nel mixer frullate finemente le carote e le cipolle.
In una padella molto larga sciogliete a fuoco dolce il burro nell'olio, aggiungetevi poi le carote e le cipolee tritate.
Questo soffritto deve ricoprire tutta la superficie della padella
Aggiungete il fagiano a tocchetti e cuocete a fuoco basso.
Sfumate con il vino bianco, e continuate a fuoco basso per circa 1 ora e mezza.
Circa 20 minuti prima della fine della cottura aggiungete il prosciutto a striscioline sottili, passati i 20 minuti salate se necessario, e voilà!!!!

lunedì 5 aprile 2010

Semifreddo Spring Breeze per Giorgino

Continua il mio progetto di inventare un dolce ispirandomi alle persone a cui voglio bene.
Il procedimento è per lo più questo:
penso agli ingredienti adatti alla personalità di quella persona
annoto e disegno il risultato sul quaderno di Trilly
appena ho tempo creo le mie piccole opere.
Questa la dedico a mio cugino Giorgino, una morbida base di cioccolato a latte che si scioglie in bocca, con un semifreddo al dulche de leche e crema di latte, dolcissimo, come lui, ma con una spolverata di cacao amaro.
Ingredienti per la base:
240gr cioccolato al latte
70 gr farina
6 uova
200 gr burro
150 gr zucchero


Fate sciogliere il cioccolato con il burro.
Sbattete i tuorli con lo zucchero, aggiungete poi la farina, a questo punto unite anche la cioccolata ed amalgamate bene.
Unite gli albumi montati a neve ed infornate a 180° per 25 minuti.
Fate raffreddare completamente e tagliate dei cerchi della misura della base del vostro semifreddo.

Ingredienti per il primo strato al dulche de leche:
250 ml di panna fresca
5 cucchiai di dulche de leche
1 cucchiaio di cacao

Montate la panne, e sempre mescolando con le fruste unite il dulche de leche ed il cacao, disponete sulla base di cioccolato al latte e fate riposare nel congelatore.

Ingredienti per il secondo strato alla crema di latte:
250 ml di panna fresca
2 cucchiai di crema di latte
2 cucchiai di zucchero

Montate la panna, unite lo zucchero e la crema di latte e distribuite sopra il precedente strato di dulche de leche pareggiando con una spatola.

Fate riposare nel congelatore per almeno 6 ore.
Al momento di sercire, tenere a temperatura ambiente circa 30 minuti, spolverate di cacao amaro, guarnite con una fragola e servite.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails