L'arte è tutto ciò che nasce dal sogno, e plasmato dalle mani dell'uomo diventa realtà....

mercoledì 20 ottobre 2010

Spaghetti alle vongole veraci

Ci siamo, ormai mancano solo 2 primi di mare, ed il rifacimento di un intero menù di un ristorante sarà completo!!!
Si, 2 primi, e poi ci sono da contare i secondi, che sono ancora 5...
Ed un secondo/piatto unico è veramente impegnativo e tipico toscano, anzi, Livornese: il Cacciucco!!!
Quindi, oggi procediamo con degli ottimi spaghetti alle vongole veraci, o voraci, come le chiamo scherzosamente io.
Vi sembrerà strano, ma questa è la prima volta che infilo vongole fresche in un primo, nonostante questo sia un blog multicolor con ricette mare-terra-misto e giu di li, io sono aspirante pasticcera, ed il mio rapporto con la cucina in generale molte volte è stato un gran pasticcio, giusto per rimanere in tema...

Credo che la mia indole creativa non vada a pari passo con il mio essere dannatamente sbadata e scordinata...
Vivere con me è un'pò come guardare un film comico, e queste non sono parole mie, ho quell'innata capacità di combinare disastri ed uscire indenne da una stanza distrutta...
Una volta, avevo preso la scala per prendere dei libri in camera mia su una mensola in alto, cosa semplice direte voi, si, forse, a volte lo è...
Ogni volta che prendo la scala controllo bene dov'è il gatto, che puntualmente, quando ho qualcosa di pesante in mano, mi si struscia contro le caviglie...
Gatto Benjamyn dorme sulla sedia, gatta Lince ronfa sul letto, Keira fa il pisolino pomeridiano, procediamo quindi ad aprire la scala ed ad arrampicarmici sopra per prendere questi benedetti libri.
Immaginatevi la scena:
Prendo i libri, scendo dalla scala, pesto la coda al gatto, parte un miagolio acuto di dolore, per la paura mollo la scala che cade addosso alla mensola, che butta giù tutti i libri, Benjamyn prende la rincorsa, Lince mi guarda con gli occhi sbarrati mentre demolisco la stanza, la scala cade allora sulla sedia e butta giu pure quella, e poi, silenzio.
Terrore, paura, ma silenzio, la preoccupazione più grande è "ommioddio se Keira si sveglia io non concludo un cavolo con tutto quello che devo fare" ma in casa regna il silenzio.
Fiu, prendo un bel respiro di sollievo e lo sguardo mi cade sull'ultimo libro in bilico sulla mensola.
"No, no, non cadere, ti prego ti pregotipregotipreg...." -sbam- libro a terra.
Un urlo si leva dalla stanza accanto "maaaaaammaaaaaaaa" missione fallita.
Queste cose mi capitano spesso, magari non così disastrose, ma capitano,e puntualmente, chi mi sta intorno si fa delle grosse risate....
Ormai ci ho fatto l'abitudine, ed il mio prendere la vita con filosofia mi fa concludere le mie scenette ridendo...
Ma dove eravamo rimasti noi?
A, giusto, gli spaghetti alle vongole, mai usate fresche per un primo, sapete, asilo-lavoro-casa uguale : mancanza di tempo.


Spaghetti
aglio
olio
prezzemolo
peperoncino
vino bianco
ovviamente sale ( se avete quello con le alghe anche meglio)
vongole gia pulite(sapete no, tutta quella lunga storia per pulire le vongole, tenerle a bagno, eliminare la sabbia ecc ecc)


In una padella larga soffriggete la'glio tagliato fine ed il peperoncino, vi do un consiglio, usate dell'olio agliato con aglio che fate prima, se non sapete di cosa si tratta vi dico che è utilissimo e potrete trovare il procedimento qui.
Unite le vongole, fatele aprire, sfumate con del buon vino bianco, e spolverate con tantissimo prezzemolo tritato.
Lessate gli spaghetti in acqua salata, scolateli e spadellateli insieme alle vongole, aggiustate di sale se necessario, spolverate con altro prezzemolo e servite.

7 commenti:

  1. ottimi questi spaghetti, complimenti , ciao

    RispondiElimina
  2. Ciao, grazie per essere passata da me e per le belle parole!Ora corro a vedere la torta per il contest e poi aggiorno la lista dei partecipanti aggiungendoti!Adoooro gli spoaghetti alle vongole, e i tuoi sono perfetti!Per quanto riguarda i dolci io ho solo da imparare, ti seguirò volentieri anch'io!
    Un bacio e a presto!

    RispondiElimina
  3. Più che la torta..intendevo la ricetta, che è buonissima :)

    RispondiElimina
  4. @Flavio: sei sempre molto gentile, grazie, un bacione!!!

    @meggY: Figurati ^^ e grazie, ma perfetti non credo, posso sempre migliorare...
    L'ajvar è molto buono se si seguono alla lettera le "istruzioni", ma sai, ho scelto quella ricetta perchè ha proprio "il sapore dei ricordi" di quando ero piccola ^^
    Ho letto che adori i tatuaggi!!!
    Lo hai visto il mio?

    RispondiElimina
  5. è si. lo hai visto heheheh
    Io voglio vedere i tuoiiii!!!

    RispondiElimina
  6. :)
    :)
    Io chiacchiererei con te da mane a sera!
    Senti ti mando una mail cosi siamo piu comode!!
    Mille baci

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails