L'arte è tutto ciò che nasce dal sogno, e plasmato dalle mani dell'uomo diventa realtà....

venerdì 24 maggio 2013

19 maggio 2013 Secondo giorno a varsavia: Il compleanno di Luca.

19 maggio 2013
Secondo giorno a varsavia:
Il compleanno di Luca.




Il sole a Varsavia sorge alle 4 del mattino, e nel nostro appartamento alla finestra, per coprire la luce, c'era solo una piccola tenda, inutile dire che all'alba ero in piedi, e di li a poco, attesa l'ora decente, ho trascinato giù dal letto anche Luca.
Direzione Lazienzi Park, un meraviglioso ed immenso parco a pochi passi dal centro della città nuova.


Non sia mai che ci arrendiamo alle distanze chiamando un taxi, nooooo, noi andiamo a piedi!!!!
Andare a piedi nei posti nuovi è sempre una piacevole scoperta, abbiamo percorso questo lungo viale alberato, che mi ricordava un'pò la periferia di Parigi, ai lati del viale grandi ville bianche con alte colonne,varie ambasciate e case con targhe di ottone all'entrata, con i nomi dei personaggi illustri che ci hanno vissuto.


A metà strada veniamo fermati da una ragazza vestita di rosso, che distribuiva gratuitamente lattine di coca cola, e così, in due giorni il bottino di cose regalate di faceva sempre più ricco.
Entriamo nel parco, davvero immenso, e ci inoltriamo nel verde.


Gli alberi altissimi ci regalano un'pò di respiro, una fresca sosta dal clima caldo e afoso che abbiamo trovato a Varsavia, e poi, ecco o sbucare uno scoiattolo!!!!!
Tra vialetti fioriti e grandi alberi incontriamo liberi Germani, pavoni, scoiattoli che si fanno anche toccare....


Il palazzo sull'acqua è bellissimo.

Volendo si può anche fa un giro in barca sul lago.
Piccoli e tortuosi sentieri si snodano da tracce e muschio, sembra quasi di essere in una foresta vera, con gli uccellini blu sugli alberi e gli scoiattoli che rosicchiano le noci, per poco una non mi cadeva in testa.....
Mentre usciamo ci imbattiamo in un concerto gratuito all'aperto, dove, tre violiniste in abito da sera, suonano meravigliose melodie, ed intorno, persone sdraiate all'ombra degli alberi ascoltavano estasiate.
Centro commerciale, ancora, per il pranzo, io ordino la tradizionale birra allo sciroppo, hmmmm che bontà!!!!!


Vi dirò, l'ho assaggiata quasi come se fosse una prova di coraggio, ed invece era davvero buonissima, tanto che vi dirò come si fa!
Un bel piatto di crauti al cumino, che, sará forse per le mie origini, io adoro, e poi di nuovo in centro, il centro della città vecchia questa volta....
Ci imbattiamo in file enormi ma composte per entrare nei musei, perchè l'ingresso era gratis, solo in Italia paghiamo anche per l'aria che respiriamo....
In piazza troviamo una conferenza indetta dalla chiesa evangelista, ma dato che non ci capivamo niente siamo andati avanti.
Ci siamo fermati per l'ennesimo mezzo litro di birra, in piazzetta, al fresco, accaldati ed abbronzati.
Poi ancora camminare, tra vicoli acciottolati alla scoperta di una cittá fantastica.
Sbuchiamo sul lato del fiume, dove troviamo una grande spiaggia piena di persone che prendono il sole, quante cose offre Varsavia!!!!


Gira te che giro io si è fatta ora di cena, ma siamo così stanchi che decidiamo di andare a letto, così stanchi e così pieni, perché alla fin fine ci siamo saziati con il pranzo al centro commerciale, le porzioni li sono abbondantissime, si mangia benissimo e con poco!!!
Ma per le ricette dovrete attendere ancora qualche giorno......
 

1 commento:

  1. Auguri Luca!!!!!!!!!!!!!!!
    Siete troppo fortunati, chi se lo aspetterebbe di abbronzarsi a Varsavia???
    Bellissimi i vostri "giringiro" per il mondo....potresti scrivere reportages e se non sbaglio Luca è un drago con gli schizzi!!
    Magari qualcosa che metta insieme viaggi, immagini, ricette e disegni....qualcosa che trasmetta emozioni!!

    Un bacione

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails